Teatro accessibile alle persone con disabilità sensoriali

Menu

 

Duo pianistico, pianoforte a quattro mani “Arabesque” di martedì 5 gennaio 2021

Martedì 5 gennaio 2021 – ore 21 

Duo pianistico, pianoforte a quattro mani “Arabesque”
Ata Virzì e Rossella Cannaò

L’Europa musicale tra Otto e Novecento”
Viaggio musicale tra le principali terre europee che hanno caratterizzato, nel secolo dell’Europa delle nazioni e dei nazionalismi, gli stili musicali più importanti ed influenti che porteranno al Novecento.
L’idea di un’Europa in musica con un filo rosso che tenga legati i diversi Paesi, tutti inevitabilmente uniti da una definizione che superi i confini geografici per aprirsi a quelli culturali le cui matrici e radici diverse sono un arricchimento per una visione musicale in fieri della moderna Europa.

Programma
C. Debussy: Prelude, Cortege et Air de Danse
S. Rachmaninoff: dai Sei pezzi op. 11, “Barcarola”, “Scherzo”, “Romanza”, “Tema Russo”
E. Grieg: Danze norvegesi op. 35 n. 2 e n. 4
F. Schubert: Marcia caratteristica op. 121
F. Schubert: Marcia militare op. 51 n. 3

 

Ata Virzì

diplomata a pieni voti in pianoforte, clavicembalo e laureata in Farmacia. Ha frequentato i corsi internazionali di perfezionamento di Città di Castello e Assisi con i maestri Antonio Ballista e Gyorgy Sandor. Ha studiato interpretazione liederistica con Terese Linquist e Urban Ostlund, insegnanti del Mozarteum di Salisburgo, e per molti anni ancora ha ampliato il proprio repertorio sotto la guida del M° Vincenzo Balzani.

Autrice di racconti e fiabe musicali – “I sogni di Alice”, “Il prozio di Albert”, “Il pesciolino azzurro e la grande nave del giovedì”, ”Il giardino delle campane del vento”, “Un anno fa”, “Le gibet”- premiati ai concorsi “Un Prato di fiabe”, “Firenze Capitale d’Europa”, “A.L.I. Penna d’Autore” di Torino, ecc.., che sono stati progetti di lettura in molte scuole elementari della provincia di Messina ed inseriti in importanti cartelloni di prosa dedicati ai ragazzi , di cui ha diretto personalmente le rappresentazioni teatrali.

Svolge attività concertistica sia da solista che in varie forme cameristiche ed è stata per molti anni direttore artistico dell’AGIMUS di Taormina e di altre associazioni concertistiche.

Titolare di cattedra di pianoforte principale presso il Conservatorio A. Corelli di Messina, è promotrice di masterclass e laboratori fra cui il “Laboratorio di propedeutica per bambini” dedicato ai più piccoli e il “Laboratorio di Danze storiche” per la realizzazione di spettacoli dedicati alla musica antica con la messa in scena di coreografie storiche in costume, sotto la guida di Veronique Daniels e Ozan Karagoz, insegnanti della Schola Cantorum di Basilea.

 

 

Rossella Cannaò

pianista messinese, ha intrapreso gli studi musicali sotto la guida della prof.ssa Maria Pizzuto, diplomandosi brillantemente in Pianoforte e conseguendo il Biennio specialistico indirizzo interpretativo – compositivo con il massimo dei voti, lode menzione e diritto di pubblicazione della tesi dal titolo “Un’altra immagine di Arpocrate” presso il Conservatorio Statale di musica “A. Corelli” di Messina.

Laureata con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Palermo in Discipline Arte Musica e Spettacolo (D.A.M.S.), il suo percorso professionale ha spaziato tra la carriera universitaria, ha conseguito, infatti, il titolo di dottore di ricerca in “Storia dell’Europa mediterranea” presso l’Università degli Studi di Messina, e la carriera concertistica esibendosi con diverse formazioni cameristiche.

Ha partecipato a diversi Corsi di perfezionamento con il M° Vincenzo Balzani e con il M° M. Bilson. Numerose le pubblicazioni scientifiche di carattere storico – musicale in riviste nazionali specializzate, ha inoltre all’attivo due monografie: “I quattro madrigali del Canzoniere di F. Petrarca musicati nel Cinquecento” e “Il Teatro Vittorio Emanuele di Messina. L’attività musicale dal 1852 al 1908”. Attualmente è docente di Pianoforte presso l’Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci” di Ispica.