Teatro accessibile alle persone con disabilità sensoriali

Menu

 

Mostra dello scultore Gennaro Carresi dal 18 maggio al Teatro Vittorio Emanuele

Venerdì 18 maggio alle ore 18.00, nell’ambito del progetto “Opera al centro”, curato da Giuseppe La Motta e promosso dalla Sezione Arti Visive del Teatro di Messina, verrà inaugurata la mostra di Gennaro Carresi alla quale l’On. Ministro Dario Franceschini ha concesso il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
Messina incontrerà Reggio Calabria nel segno dell’arte con un’idea di conurbazione tra le due città metropolitane. Gli spazi espositivi del Teatro, infatti, ospiteranno una selezione di circa 30 opere, tra sculture e disegni, dell’artista reggino Gennaro Carresi.
È una lunga e prolifica carriera quella di Carresi, classe 1948, che ha visto l’artista impegnato su committenze pubbliche e private, prendere parte alla vita artistica e partecipare a numerose mostre nazionali ed internazionali, si pensi alla partecipazione nel 1974, nell’ambito della Giornate della Cultura Italiana in URSS, alla mostra di artisti calabresi in Bielorussia.
Tre gli ambiti su cui si svilupperà l’esposizione messinese e che rappresentano al meglio i campi di ricerca dell’artista. La ricerca formale, incentrata sullo studio naturalistico e della figura. Le sculture ed i disegni sulle tematiche, ampiamente esplorate da Carresi, dell’ecologia e del sociale: la prima fa riferimento alla ricerca dello sculture sul clima, l’ambiente e l’aggressione sugli elementi che si traduce in elemento plastico; la seconda, invece, attinge dai fatti di attualità che hanno suggerito all’artista di affrontare una ricerca che avesse al centro l’aggressione sull’uomo, si pensi al riferimento nelle opere di Carresi ai tragici episodi di cronaca riguardanti i sequestri di persona avvenuti in Italia tra gli anni Settanta e Ottanta. Ed infine, spazio verrà dedicato al nuovo filone di ricerca di Gennaro Carresi, ricavato dai miti greci che costituiscono la base di un lavoro che vuole rappresentare non l’aspetto illustrativo del racconto mitico, bensì trasferirne i significati nell’era contemporanea per leggere il presente. Le Metamorfosi di Ovidio o l’Odissea di Omero – in un approccio più vicino al racconto dell’Ulisse di Joyce – divengono base per Carresi per affrontare attraverso la scultura ed il disegno il reale, si pensi alla tematica dell’immigrazione, del naufragio e dei viaggi di speranza o alle difficoltà che si trova ad affrontare oggi l’uomo, un Ulisse contemporaneo, nel vivere la modernità.
All’inaugurazione interverranno il Presidente del Teatro di Messina, Luciano Fiorino e il Sovrintendente Egidio Bernava.
La mostra sarà visitabile fino a mercoledì 30 maggio dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 16,30 alle 19, escluso il lunedì.

Messina, 16 maggio 2018.


Biografia e Curriculum Vitae

Gennaro Carresi, è nato a Reggio Calabria il 15\06\1948, ha compiuto gli studi artistici presso l’Istituto d’Arte e successivamente alla scuola di scultura della locale Accademia di Belle Arti.
È stato titolare della cattedra di discipline plastiche negli Istituti d’Arte e nei Licei Artistici, dove ha concluso la carriera nel 2006.
Svolge attività di scultore per la committenza pubblica e privata e prende parte alla vita artistica.

1967 – Premio “d’Arte Sacra“ Rassegna giovanile – Città di Messina.
1968 – Estemporanea “Amici del Museo Nazionale di Reggio Calabria“
1969 – Rassegna “giovani artisti“ Piccola Galleria Bruzia Reggio Calabria.
1970 – Premio Nazionale “Marino Mazzacurati“ Teramo.
1970 – Collettiva “Gruppo Quattro“ Centro d’Arte la Vernice Reggio Calabria.
1970 – “Rassegna di Arti figurative” Galleria “Incontro“ Città di Catanzaro.
1970 – Mostra di Arti Figurative premio “Turismo e Amicizia” – Pittura e scultura – Catona
1972 – “Rassegna di scultori Calabresi “Città di Vibo Valentia.
1974 –   Giornate della Cultura Italiana in URSS : Mostra di artisti Calabresi in Bielorussia: Erevan, Minsk.
1974 – “38 opere esposte in Bielorussia“ Galleria la Tela “ di Reggio Calabria, a cura dell’AssociazioneItalia – Urss.
1974 – Bassorilievo in bronzo, Cappella Famiglia .Cosa c’entra con le esposizioni?
1977 – Mostra “Cristologica“ Salone del Seminario Arcivescovile di Reggio Calabria.
1978 – Personale “Centro studi il Messaggio“. Reggio Calabria.Non c’è materiale?
1979 – “Mostra di Arti Figurative“- “Giornate Pretiane“ Sala delle esposizioni Liceo Artistico“Mattia Preti“ Reggio Calabria.
1979 – Centro studi “Il Messaggio”
1980 – Rassegna di Arti Figurative – Foier Teatro Comunale “ F.Cilea, a cura dell’UDI di Reggio Calabria.
1981 – Rassegna di Pittori e Scultori Calabresi – Giornale Europee delle Ferrovie dello Stato. Salone del Museo Nazionale di Reggio Calabria.
1984 – Collettiva per la Pace “Giornate Pretiane“ Salone del Liceo Artistico Mattia Preti di Reggio Calabria.
1985 – Rassegna di artisti Reggini – Arci di Reggio Calabria. Foier Teatro F. Cilea di Reggio Calabria.
1985 – Mostra Nazionale, Comune di Monterosso – Catanzaro.
1986 – Mostra Nazionale, Comune di Monterosso – Catanzaro.
1988 – Mostra Nazionale, Comune di Monterosso – Catanzaro.
1990 – Mostra Nazionale, Comune di Monterosso – Catanzaro.
1988 – Congresso Eucaristico Nazionale – “L’immaginario nel Sacro“ Sala centro audiovisivi Facoltà di Architettura di Reggio Calabria.
1989 – “Una Città per l’Arte“ Capo d’Orlando – Messina.
1989 – Gruppo UCAI – Arti Figurative – Salone AST Regione Calabria.
1989 – “Forme Contemporanee“ Estate Reggina – Galleria Civica d’Arte Contemporanea Palazzo S. Giorgio di Reggio Calabria.
1990 –“Giovani Scultori – Scultori Giovani“ Distretto dell’Arte e della Cultura – Cava dei Tirreni – Vetri sul Mare.
1990 – Festa dell’Unità – Rassegna di Arti Figurative – “Il sasso dietro l’orizzonte“ Largo Botteghelle – Reggio Calabria.
1990 – 1° Biennale d’Arte Contemporanea Città di Monterosso Calabro.
1991 – “Settimana della Cultura“ Reggio Calabria- una Provincia da scoprire – Mostra di Arti Figurative Città di Torino.
1994 – “Percorsi d’Arte – Segni“ –personale – salone del Circolo Tennis“Rocco Polimeni“Reggio Calabria.
1994 – Tabernacolo in bronzo – Cappella del Santissimo – Chiesa di S. Luca di Reggio Calabria.
1995 – Bassorilievo per la celebrazione del Cinquantesimo anniversario della fondazione del Circolo “Tennis Rocco Polimeni“ di Reggio Calabria.
1998 – Personale – Libreria “Culture“ di Reggio Calabria.
1998 – Modella la medaglia con l’effige di Mattia Preti che il Liceo Artistico “Mattia Preti” di Reggio Calabria, dona ai docenti in pensione.
1999 – Portale per la Chiesa di S. Antonio in S. Salvatore di Reggio Calabria.
2000 – Monumento al Marinaio d’Italia – Lungomare Catona – Reggio Calabria.
2001 – Monumento in Bronzo in memoria del Dott. Travia – Presidente del Circolo Tennis “Rocco Polimeni“   di Reggio Calabria.
2001 – Tre gruppi in bronzo per la fontana in Piazza Italia – Molochio – Reggio Calabria.
2003 – Portale per la Chiesa di S. Giovanni in Archi di Reggio Calabria.
2003 – Monumento a Mons. G. Ferro – Istituto Missionarie Unitas Cattolica di Reggio Calabria.
2003 – Mostra collettiva – “Artisti Docenti del Liceo“ Salone Mostre Liceo Artistico“ Mattia Preti di Reggio Calabria – Catalogo – G. Selvaggi.
2005 – XV Settimana della cultura scientifica e tecnologica – Artisti dell’area mediterranea, Castello Ruffo, Scilla
2005 – Sculpture Temporis – Foyer Teatro Comunale – Reggio Calabria 

Hanno scritto:
C. Romeo, N. Romeo, A. Gangemi, G. Andreani, G. Talarico, E. Argiroffi, I. Falcomatà, M. Maiorino, A.Calabrese, G. Selvaggi. N. Micalizzi, Milluzzo, M.ArriaMalara, R. Laganà, M.Labate.

Pubblicazioni:
L’unità, Il Giornale d’Italia, Brutium, Il Dibattito, La Gazzetta del Sud, Tele- Spazio Calabria, RST –Tele – Reggio, Il Domani. Calabria Sconosciuta, Chiese Oggi – Architettura e Comunicazione. Calabria.