Contattaci al numero 0902408800 | Teatro accessibile alle persone con disabilità sensoriali

Menu

 

Un amore esemplare

UN AMORE ESEMPLARE

di Daniel Pennac

con Daniel Pennac e Florence Cestac

e con Massimiliano Barbini e Ludovica Tinghi

disegni animati in scena a cura di Florence Cestac

musiche Alice Pennacchioni

luci e collaborazione artistica Ximo Solano

assistente alla regia Pasquale Ioffredo

regia Clara Bauer

produzione Compagnie MIA-Parigi │Il Funaro-Pistoia

coproduzione Laila-Napoli │Napoli Comicon

 

In “Un amore esemplare”, la piece teatrale – che nasce dal fumetto “Un amour exeplaire” – scritta dallo stesso Pennac e disegnata dalla fumettista francese Florence Cestac – Daniel Pennac, scrittore e professore francese, racconta una storia d’amore unica e irripetibile insieme alla disegnatrice Florence Cestac.
In scena, Daniel Pennac, con libro in mano, seduto su una sedia, si appresta a dare testimonianza del suo incontro con una bizzarra quanto affascinante coppia di coniugi, incontrata nella sua infanzia e adolescenza, che lo ha profondamente colpito e ispirato nella sua esistenza. Protagonisti di questa storia così bella da sembrare inventata e così vera da commuovere sono Jean e Germaine, una coppia speciale, fatta di due persone tanto diverse tra loro, proveniente da due classi sociali opposte – lui estremamente ricco lei povera – che si uniscono e suggellano il loro amore attraverso il sentimento passionale e profondo che li unisce, attraverso la letteratura e la poesia che li accompagna in tutto il viaggio della loro vita e li sostenta, attraverso uno sfolgorio di fantasia erotica.
Peculiarità che catturano il giovane Pennac: “Quando avevo otto anni conobbi questa coppia e a loro storia d’amore. Ne rimasi incantato, poi da grande decisi di raccontarli, per spiegare come l’amore porti con sè qualcosa di sovversivo nei confronti delle pressioni sociali, culturali e familiari”.
La regista di questa pièce, Clara Bauer, decide di mettere in scena proprio gli autori del fumetto, Daniel Pennac e Florence Cestac, e lo fa in modo del tutto originale: una scenografia essenziale, fatta di pochi e semplici oggetti come un appendiabiti, un baule, qualche sedia, fa da cornice allo scrittore francese, nel ruolo del narratore, accompagnato da Florence, seduta di spalle i cui fumetti, fatti in gran parte dal vivo, vengono restituiti al pubblico tramite un proiettore. Il racconto si svolge in italiano e francese, grazie al supporto della bravissima Ludovica Tinghi, che funge sia da traduttrice che da interprete insieme a Massimiliano Barbini. A supportarli le musiche di Alice Pennacchioni e le luci di Ximo Solano.

 

Programmazione

Dal 28 febbraio 2018
al 02 marzo 2018
 

 

Biglietti

Acquistabile solo al Botteghino.

 

Turnazioni Abbonati

Unime/Conservatorio: Mercoledì ore 17.30

Turno A: Mercoledì ore 21.00

Turno B: Giovedì ore 21.00

Turno C: Venerdì ore 17.30